Ristorante Doma Num | Le Carte dei Vini Naturali
Doma Num, rispetto della materia prima per avere equilibrio nel piatto, rispetto dei propri clienti per offrire un'esperienza culinaria di qualità.
Ristorante, Doma, num, carate, brianza, eccellenza, italiana, cucina, piatti, rispetto, equilibrio, stella, michelin, Luca, Alfonso
15418
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15418,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
 

VINI

“Il vino è la parte intellettuale di un pranzo,
la carne e i legumi non sono che la parte materiale.

Alexandre Dumas

VINI NATURALI

UNA SCELTA DA AMICO…

L’idea di avere vini che fossero poco conosciuti e di ottima qualità è da molto tempo che ronzava nella mente, quando chiesi a Gunnar Cautero di curare la mia carta dei vini non ci fu bisogno di dire niente, lui aveva già pensato di crearla esattamente così, 25 vini e tutti naturali, per scegliere ed assaggiare le etichette da inserire decidemmo di andare a Cerea in provincia di Verona dove si svolgeva VINIVERI, manifestazione annuale con pochi espositori e vini oltre l’immaginazione!

UNA SCELTA DA AMICO…

Dopo una giornata passata a degustare tutti quei vini la sensazione di leggerezza che avevo era incredibile e capii che la filosofia dei vini naturali si sposava perfettamente con la mia cucina e la mia filosofia che ormai coltivo da anni, IL RISPETTO DELL’ EQUILIBRIO, vini ottimi leggeri e che lasciano il segno. Non potevo fare altro che creare una carta dei vini con questi prodotti e impegnarmi nel condividere con i miei clienti questa decisione.

GUNNAR CAUTERO

UN’ AMICIZIA CHE DURA DA 14 ANNI…

io: Ciao Gunnar allora? ….. come va?

Gunnar: Uellaahh Bizzo!! (Gunnar mi chiama cosi) Come deve andare… le solite rotture di… e tu?

Io: bene dai, ascolta un attimo… sono in trattativa per un ristorante…

Gunnar: eccoli li!!! Il Bizzo!!! Come si chiama?

Io: il Ritrovo… ma poi ti spiegherò meglio… ti chiamavo per chiederti se avessi piacere a curare la mia carta dei vini…

Gunnar : A-S-S-O-L-U-T-A-M-E-N-T-E- SI! Quando ci vediamo?

Io: Massimo 15 giorni e vengo giù da te in osteria…

Gunnar: Bene dai … prima cosa, congratulazioni e in bocca al lupo, seconda cosa, sono davvero onorato di aiutarti in questa esperienza… Un abbraccio topolino!!! A presto!!

Questa è la telefonata che feci quando decisi di aprire il mio ristorante, Gunnar, è stato uno dei primi ad aver creduto in me… ed è stato un dei pochi a dire sempre le cose come stanno, senza mezzi termini e soprattutto è sempre stato sincero!Non ci siamo visti per anni ma è come se fossimo sempre stati vicini, quando ha bisogno io ci sono, quando ho bisogno lui c’è!!! Una persona più unica che rara, un amico che non ha bisogno di spiegazioni perché ha già capito cosa stai dicendo. Gunnar è oltre l’essere amico, Gunnar è semplicemente Gunnar!!

pt>